Spitz Tedesco Nano

Logo I Cani del Ranch


Su di noi

Ci troviamo a Valfabbrica in provincia di Perugia a pochi passi da Assisi, Gubbio e la città di Perugia. Il nostro è un'allevamento dal 2008. Abbiamo pochi cani e di conseguenza poche cucciolate. Il nostro target è riuscire a selezionare i soggetti migliori, rispettando i standard di razza. I nostri cuccioli vengono rilasciati solo dopo aver superato 12 settimane di vita con tutte le vaccinazioni e sverminazioni fatte, il microchip applicato, libretto veterinario pronto ed il pedigree, vengono certificati dal nostro veterinario sullo stato di salute. I cuccioli vengono cresciuti nell'ambito famigliare perciò sono perfettamente socializzati e privi di traumi della solitudine. Viene loro imposta anche l'educazione di base come ad esempio la condotta al guinzaglio. 

Per qualsiasi dubbio o problema di ogni genere siamo pronti ad aiutare, anche perché ci piace seguire le vicende dei nostri cuccioli e vederli crescere sani e felici nelle loro nuove case. Ogni cucciolo che vendiamo viene garantito da noi, stipuliamo un contratto di compravendita, e rilasciamo regolari ricevute. Occasionalmente facciamo da tramite per i nostri amici allevatori esteri, in modo tale, che quando voi chiamate, venisse colmato il vuoto causato dalle nostre poche nascite. In questo caso accompagniamo noi personalmente il cucciolo da Voi scelto e acquistato e il nostro coinvolgimento è pressoché totale.  

Cosa è il pedigree?

Molti si domandano cosa è ed a cosa serve il pedigree. Il pedigree è un documento rilasciato dall'ENCI (Ente Nazionale della Cinofilia Italiana) che conferma la razza e l'ascendenza del cane. In altre parole è l'iscrizione al cosiddetto Libro Genealogico. Se al cane appena nato non viene fatta la richiesta per il pedigree, non ne sarà munito ma ciò non compromette la sua purezza. Semplicemente non potrà più partecipare al libro genealogico di questa razza in termini di discendenza anche se entrambi i suoi genitori avevano il pedigree. Non richiedere il pedigree è una cosa da non fare, sarebbe poco saggio. C'è chi la chiama una garanzia. Di certo è un validissimo foglio di carta, senza il quale il cane non può generare i cuccioli iscritti al libro e per questo nel tempo la purezza della razza potrebbe andare persa. Per un'allevatore è un documento indispensabile ai fini di progettare un accoppiamento migliore possibile tra maschio e femmina, seguendo le linee di sangue prescelte, e creandone proprie.


Esistono 2 registri: ROI/LOI - Registro Origini Italiano/Libro Origini Italiano e RSR/LIR - Registro Supplementare Riconosciuti/Libro Italiano Riconosciuti. Il primo riguarda il classico pedigree, che il cane ottiene per diritto di nascita, il secondo riguarda altri casi di cani che pur essendo nati senza un pedigree, possono essere riconosciuti come cani di razza. In tal caso vengono chiamati capostipiti della linea di sangue dall'ENCI tramite un Certificato di Tipicità (CT) con le modalità molto precise. 

Questo procedimento non riguarda tutte le razze. Ovviamente il soggetto in questione deve essere bello e quasi perfetto, insomma deve sembrare un tipico esemplare della sua razza. Ogni anno ENCI aggiorna l'elenco delle razze canine che possono essere soggette all'aggiunta di soggetti nuovi.

Ma come si chiama veramente questa razza??!

Il nome più corretto per loro è quello adoperato nello standard FCI - lo Spitz Tedesco Nano. Poi si usa anche il nome Volpino di Pomerania e Pomeranian. Questi sono gli unici nomi corretti da usare. Non esistono soggetti più piccoli della taglia nana, cioè al di sotto di 18 cm. Se incontrate chi chiama un volpino Toy o Teacup etc... sappiate che lo fa senza sapere di cosa parla. Il nome Pomerania indica dove si è originato il Volpino, appunto, di Pomerania, la regione che si trova sulle rive del Mar Baltico in Polonia e in Germania.

Nella maggior parte del mondo lo Spitz Nano e lo Spitz Piccolo possono essere accoppiati tra di loro, in alcuni paesi non esiste nemmeno distinzione tra le due taglie, chiamandoli semplicemente Pomeranian. 

La mia personale riflessione è... che è la cosa più giusta non limitare gli accoppiamenti tra i piccoli e i nani, a patto che i piccoli vengano tenuti sulla grandezza minima loro consentita (vedi lo standard) nel caso di un loro accoppiamento. 

Purtroppo in Italia non è consentito il pedigree a cuccioli nati da genitori piccoli e nani, e io con fiducia aspetto un bel giorno quando ciò sarà possibile, dato che parliamo di pochi centimetri di differenza. In questa razza nasceranno spesso i cuccioli che da grandi saranno minimi di grandezza secondo lo standard e i cuccioli che invece tenderanno a sforare il limite, nati spesso dagli stessi genitori, e la cosa è perfettamente normale. 


Loghi Enci e FCI



FOR THE INTERNATIONAL REQUESTS FEEL FREE TO CONTACT US ALSO IN ENGLISH LANGUAGE AT OUR EMAIL ADDRESS YOU CAN FIND ABOVE AND IN THE BOTTOM OF THE PAGE


Segui l'uccellino per vedere le NOVITÀ!

News


Benvenuti nel bellissimo mondo di Volpino di Pomerania!

Se vuoi avere un piccolo cane in miniatura che in più riesce ad attirare l'attenzione di molti mentre lo fai passeggiare, perché è di una razza abbastanza rara, pregiata e tanti non lo hanno mai visto, che con la sua eleganza ti costringe a stare attenta/o a cosa indossi per non rovinare la sua classe e ti fa dimenticare la borsetta perché hanno le stesse dimensioni e te lo porti sotto braccio in città... eccolo: è lo Spitz Tedesco Nano, in altre parole il Volpino di Pomerania o Pomeranian, il cane dei VIP. 

Spitz Tedesco Nano, Volpino di Pomerania

Il discorso di bellezza esteriore dello Spitz Tedesco Nano è per me l'argomento di lunghi discorsi. Gemme del "mondo micro" della cinofilia, con la loro preziosa criniera da leone e il  fiero portamento e tanti altri particolari che riescono a culminare nei soggetti di tale estetica che guardandoli si ha l'impressione di stare ad una mostra d'arte e ti vengono i brividi come di fronte ad una importante scultura.



Non solo bellezza - i nostri obblighi


Il pomeranian Boo

L'aspetto esteriore è solo una di tante cose. Non dimentichiamoci che di fronte a noi non v'è un giocattolo ma un animale con il suo mondo di esigenze. Quando si prende un cane bisogna essere consapevoli che la sua salute va curata e le sue emozioni sono come le nostre. Non facciamolo soffrire solo perché non abbiamo fatto i conti con i suoi bisogni. Anche il più bel cagnolino, scusate.... fa la pupù e la pipì! Soffre la sete! La solitudine! La noia!! Quindi non solo cibo e veterinario ma anche le passeggiate sono d'obbligo! 

Molti sbagliano tristemente pensando che un cane miniatura non ha bisogno di molto spazio e lo rinchiudono a vita in un appartamento! Nulla di più crudele! Immaginatevi voi senza mai poter uscire di casa! Ogni cane ha bisogno di passeggiate e di fare (almeno una parte) dei suoi bisogni fuori. Hanno bisogno di sentire la terra vera sotto le zampe, non solo i pavimenti e odorare le tracce dei loro simili. E' per loro di fondamentale importanza, come per noi poter accendere la TV o andare in città. 

*Nella foto sopra il famoso pomeranian Boo


Volpini di Pomerania e i bambini piccoli


Sconsiglio vivamente la scelta di questa razza come di qualunque altra razza nana per una casa dove ci sono dei bambini al di sotto di una certa età. Il bambino deve essere abbastanza maturo per capire che una stretta troppo forte può risultare fatale ad un cane di piccole dimensioni, specie se giovanissimo. 

Volpino di Pomerania

Se si porta a casa un cucciolo così piccolo bisogna tener conto della sua estrema fragilità. Un conto se invece il bambino nasce la dove già ce un cane adulto. In una famiglia consapevole e responsabile saranno i genitori a salvaguardare l'incolumità di un animale non facendolo diventare uno sfortunato gioco per il bambino che non può capire o misurare la sua forza senza un adeguato controllo da parte del adulto. In tal caso la vostra famiglia può benissimo pensare ad un futuro insieme ad un piccolo cane. 


Quanto costa uno Spitz Tedesco Nano?

Costano. Ritengo questa razza una delle più costose, se non la più costosa. Attenzione. Non è la questione di mantenimento. È la questione di una lunga attesa. Un allevatore dello spitz nano generalmente non è sommerso di cuccioli. Avvolte si ha un anno senza un cucciolo, avvolte uno con più pargoli, e questo dipende dalla fortuna, dall'esperienza, dalla grandezza dell'allevamento stesso. Il prezzo medio in Italia si aggira intorno ai 2000 euro per cucciolo. Può avere le variazioni in entrambi i sensi e tutto dipende da dove si prende il cucciolo, e che cucciolo è. Molte qualità rendono un cucciolo ancor più caro, molto più del prezzo medio, ma credetemi, se incontrate uno che costa tanto, un motivo c'è, e sicuramente avrete di fronte a voi un opera d'arte della genetica dello spitz nano o, in altre parole, del volpino di pomerania. 

Non a caso erano tra i preferiti del palazzo reale inglese, dove la Regina Vittoria, appassionata di razze canine, ne presentò i primi esemplari al Crufts, la più grande e maestosa mostra canina del mondo, che celebrò i suoi 125 anni nel 2016. La mostra lanciata dal signor Charles Cruft l'11 febbraio del 1891 a Londra (ora è a Birmingham) ebbe un tale successo che, alla pari con tutti gli altri partecipanti, vi si presentò la Regina Vittoria d'Inghilterra con 4 cani, di cui 3 Volpini di Pomerania: Gina, Nino e Fluffy, ammirata dal pubblico, ebbe successo e vinse dei titoli. Ripete l'anno dopo con ben 6 Pomerania, vincendo titoli e facendo innamorare tutti di questa razza così elegante. Da lì nacque il Volpino di Pomerania, un cane tanto raffinato, quanto lo sono le sue origini.


numero accessi in questa pagina






 


Site Map